Verstappen sempre più nel mito: agganciate due leggende Ferrari

Max Verstappen è stato in grado anche nelle ultime qualifiche di dimostrare tutto il suo immenso talento con un risultato davvero da sogno.

Non ci sono assolutamente dubbi che Max Verstappen sarà in grado di portare a casa il suo secondo titolo mondiale, con la qualifica Suzuka che lo ha reso ancora una volta sempre di più leggendario ed epico, con una straordinaria gara che così lo porta ancora una volta nella storia. Max VerstappenAnsa Foto

Avere la fortuna di poter vivere nello stesso periodo di un mito assoluto come Max Verstappen sicuramente è una grandissima fortuna, perché stiamo assistendo a un campione davvero d’altri tempi.

L’olandese anche in Giappone ha dimostrato ampiamente di non avere alcun timore reverenziale e dunque, in una qualifica che è stata tra il bagnato e lo asciutto, ha realizzato un altro grandissimo capolavoro.

Ecco allora dunque che per soli 10 millesimi è stata in grado di lasciarsi alle spalle il rivale di questa stagione, ovvero quel Charles Leclerc che ormai da qualche settimana definitivamente alzato bandiera bianca per la lotta al mondiale, ma non certo per le singole gare.

Per questo modo l’eterna lotta tra Verstappen e Leclerc continua anche al termine delle qualifiche del Giappone, perché con questa straordinaria Pole Position il monegasco deve fare spazio nella classifica di tutti i tempi all’amico e nemico olandese.

Super Max infatti si guadagna la diciottesima pole position della sua carriera e che gli dà così modo di poter agganciare proprio il primo pilota della Ferrari nella classifica di tutti i tempi.

Un traguardo assolutamente molto importante, ma che diventa ancora più leggendario nel momento in cui andiamo a vedere come i due campioni assoluti dei giorni d’oggi siano in splendida compagnia.

A 18 pole position Max Verstappen è il primo non ferrarista della storia a raggiungere questo straordinario traguardo, dato che troviamo altri grandissimi nomi della storia di Maranello.

Verstappen raggiunge Leclerc e non solo: nomi da sogno

Partiamo innanzitutto con due nomi che faranno sicuramente sorridere i tifosi più attempati della Rossa, con il primo di tutti che è stato sicuramente Mario Andretti.

L’italo statunitense infatti ha corso solo a fasi alterne con la Ferrari, ma nonostante questo ha avuto l’opportunità di poter entrare nel cuore di tutti i tifosi.

Inoltre, dopo essere stato in grado di diventare una leggenda assoluta nei nascar negli Stati Uniti, ha avuto l’opportunità anche di vincere il mondiale di Formula 1 nel 1978, ma il titolo arrivò con la Lotus.

A pari punti in questa particolare classifica troviamo anche il francese René Arnoux, un pilota che nella stagione 1983 lottò fino all’ultima gara per poter aggiudicarsi il titolo Mondiale in sella alla sua Ferrari.

Un pilota pazzo e davvero molto amato anche in questo caso dalla gente di Rosso vestita, con i suoi anni Renault che li hanno permesso di poter essere un vero e proprio bene a meno degli anni 80, pur non vincendo mai il Mondiale.

Ma c’è un uomo che sicuramente tutti quanti conosciamo davvero molto bene a quota 18 pole position, ovvero il leggendario Kimi Raikkonen, l’ultimo grande trionfatore della Ferrari nel Mondiale.

Il finlandese nella sua carriera è stato in grado assolutamente di poter essere iconico inarrivabile, dimostrando di essere all’altezza della situazione sia con la McLaren che con la Lotus, oltre chiaramente che con la Rossa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

Telegram – Gruppo
Facebook – Gruppo

Insomma possiamo tranquillamente dire che la diciottesima Pole Position della storia di Max Verstappen è davvero molto prestigiosa e dà così l’opportunità di equipararsi a una serie di campioni che hanno davvero scritto la storia dell’automobilismo sportivo, ma non vi erano dubbi che da diversi anni a questa parte l’olandese ne facesse parte.

Author: Justin Anderson