“Nando, uno dei migliori della storia”

Il fortissimo pilota ammette di ammirare il collega che sarà di Aston Martin: Fernando Alonso, per lui, ancora complimenti.

Magic Alonso è uno dei soprannomi che negli anni, sono stati dati a chi in F1, corre col numero 14. Nando Alonso, che in carriera ha vinto 32 GP e 2 Mondiali, può certamente dire di avere tantissimi sostenitori, anche all’interno dell’ambiente stesso della Formula 1. E quando i complimenti vengono da colleghi ed addetti ai lavori, si sa, il gusto è un po’ più dolce. Alonso (Ansa Foto)Fernando Alonso (Ansa Foto)

Forse poi, non avrà solo estimatori, ma anche qualcuno che vuol togliersi qualche sassolino dalle scarpe, con Ocon che non gliele ha mandate certo a dire. Ma ormai che Alonso e la Alpine non siano più amici, è cosa ben nota e neanche lo spagnolo, quando ha potuto, ha parlato bene della sua ormai ex squadra. Tanto di guadagnato allora per la Aston Martin, che intanto ha atteso alla finestra, fino a guadagnare le prestazioni dello spagnolo per il 2023. Ed intanto, per Nando, arrivano altre belle parole dalla F1.

Ancora elogi per Fernando Alonso: ecco da dove arrivano

Forse questi elogi, invece che doppio, varranno anche triplo, perché non solo arrivano da un pilota che con Alonso ci combatte in pista, ma da uno che generalmente non è così generoso, né sull’asfalto, né fuori. Ebbene, le parole al miele per il nativo di Oviedo, arrivano ora, direttamente dall’ormai due volte campione del mondo consecutive, il classe ’97, Max Verstappen. Proprio così, anche l’olandese, ha belle parole per qualcuno, togliendosi per un attimo la maschera da duro ed andando senza dubbio ad ammirare l’avversario iberico.

E così, dopo che Flavio Briatore lo abbia etichettato come rottweiler, ecco che anche il pilota che corre con la ‘1’, ha bei pensieri per il classe ’81. Il figlio d’arte nato ad Hasselt e che nel 2022 ha vinto ben 15 Gran Premi, ha parlato per il documentario intitolato Picture perfect, del canale Viaplay. A Max, è stato chiesto se Alonso fosse il suo miglior amico e la risposta è stata: “Uno di loro. Assolutamente, sa ancora come accelerare. Siamo di generazioni diverse, infatti ha pilotato contro mio padre. A volte ci si ride addirittura. Eppure, alla sua età, è davvero forte ed è per questo che è ancora qui. È uno dei migliori piloti della storia“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

Telegram – Gruppo
Facebook – Gruppo

Proprio così, nell’anno dell’esordio dello spagnolo, il 2001, Jos Verstappen correva in Arrows e Max aveva solo quattro anni. Intanto, l’olandese ha anche trovato il modo per chiacchierare un po’ del ritorno di Daniel Ricciardo alla Red Bull. L’australiano sarà il terzo pilota. Questo, è quanto detto dal campione del mondo: “Sarà sempre divertente. Quel che è certo è che ci faremo un sacco di risate. L’ho sempre tenuto in grande considerazione. In pista, a volte eravamo molto vicini, ma, alla fine, abbiamo fatto grandi gare e ci siamo divertiti”.

Author: Justin Anderson