“Almeno 6-7 piloti per il titolo”

Lo spagnolo della Ferrari, Carlos Sainz, si può ritenere soddisfatto della stagione conclusa e dice la sua sul futuro dello sport.

Se si potesse definire il pilota Carlos Sainz con un solo aggettivo, probabilmente, ‘solido’ sarebbe quello giusto. Due anni in Ferrari, due stagioni chiuse al quinto posto, quasi nessuna sbavatura e quando l’auto lo ha abbandonato, lui ci è stato davvero male. Questo, lo ha ammesso nelle sue recenti parole che includono anche Charles Leclerc, in un discorso più ampio. Carlos Sainz (Ansa Foto)Carlos Sainz – Ferrari (Ansa Foto)

Nel suo campionato 2022, c’è anche una domenica indimenticabile, ovvero quella del 3 luglio 2022, quella quindi, della primissima vittoria in carriera in F1, dello spagnolo. Si correva al Gran Premio di Gran Bretagna ed era lui a mettersi Perez ed Hamilton alle spalle, per il gradino più alto del podio. Ora, come tutti i suoi colleghi, il classe ’94 ha già la testa al futuro, soprattutto perché presto, le cose in Formula 1 non saranno più le stesse.

Per Carlos Sainz il Mondiale è assolutamente in gioco

In realtà, per veder primeggiare la bravura del pilota, bisognerà attendere qualche altro anno, poi vedremo il perché, mentre Carlos ha già promesso che lotterà per il Mondiale nel 2023. Cosa che può solo far piacere agli appassionati che amano il Cavallino, con due piloti quindi, sempre se così fosse, a lottare per il titolo finale. Charles Leclerc ha già dato loro una gran soddisfazione, quest’anno, con un meritato secondo posto finale, arrivato solo a Yas Marina, ma ora lo spagnolo vuole avvicinarsi di più.

Per quanto detto prima però, proprio lo stesso Sainz immagina che non sarà solo nella fila dei pretendenti, che si formerà dietro Verstappen e Leclerc. Questo, perché a partire dal 2025, le differenze tra squadre si assottiglierà per effetto dell’addio alle power unit in uso oggi. Ma è probabile che nella sua intervista al Corriere della Sera, il madrileno parlasse già della prossima stagione quando ha chiaramente detto: “Il livello attuale dei piloti è talmente alto che la differenza è nei dettagli. Almeno in 6-7 con la macchina giusta potrebbero vincere il Mondiale“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

Telegram – Gruppo
Facebook – Gruppo

Ed a contendere il titolo anche a lui, ovviamente ci sarà uno dei più forti del momento, come detto, Charles Leclerc che con lui condivide il box Ferrari. Nessuna rivalità però tra i due, Carlos Sainz, ne ha parlato così: “Con Leclerc c’è competizione. Ma il rispetto e l’ammirazione dell’uno nei confronti dell’altro sono talmente alti che non abbiamo mai avuto frizioni o problemi. Anche con un’auto competitiva. È uno dei migliori compagni che ho avuto. Con Norris sono amico e sento che anche con Charles in futuro potremmo esserlo quando non saremo più compagni e non lotteremo per le posizioni. Siamo già amici, ma anche rivali ed è normale tenere un po’ di distanza”.

Author: Justin Anderson